TOKIO HOTEL ITALIA FC
BENVENUTO! - WELCOME! - WILKOMMEN! - BIENVENU! - 欢迎

TOKIO HOTEL ITALIA FAN CLUB
THE ONLY ONE!

Non sei connesso Connettiti o registrati

InRock Vol. 329 (Japan)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 InRock Vol. 329 (Japan) il Ven Mag 06, 2011 11:04 am

Nykaa


Alien
Alien
InRock Vol. 329 (Japan)



Scans by dizsykes

TRADUZIONE (parte #1 - intervista)

"Prendiamo ispirazione da cose come i film, ciò che ci sta attorno, la vita quotidiana o dallo svegliarsi ogni mattina."

I Tokio Hotel mostrano la loro preoccupazione per il Giappone. In rappresentanza della band, Bill e Tom Kaulitz hanno gentilmente accettato di rilasciare un'intervista telefonica da Los Angeles, pur con poco preavviso.

D: Che state facendo, ragazzi?
Bill
: Lavoriamo a nuove canzoni in studio, all'avvio di nuovi progetti, cose del genere.

D: State scrivendo canzoni per il prossimo album?
Tom
: Potrebbero anche non essere per il prossimo album, per ora stiamo solo scrivendo delle canzoni. Non abbiamo ancora una pianificazione precisa per l'uscita del nuovo album e non sappiamo quando lo pubblicheremo. Stiamo semplicemente dando sfogo alla nostra creatività, scrivendo musica.

D: Che tipo di canzoni state scrivendo? Sono in inglese? O le state scrivendo in tedesco?
Bill
: Per ora le canzoni sono scritte per lo più in inglese. Non so nemmeno io perchè, mi viene naturale così. Poi ora che viviamo ad LA tendiamo a fare le cose in inglese. Comunque non siamo sicuri di come metteremo insieme l'album, perchè faremo sicuramente canzoni in tedesco. Dato che ancora nulla è stato deciso e che siamo ancora in fase sperimentale, stiamo solo provando cose differenti mentre realizziamo una demo delle canzoni.

D: La vostra casa disccografica e il management premono perchè finiate l'album entro una certa data? O sono tranquilli a proposito?
Tom
: (ride) Non sono affatto tranquilli. Ma noi cerchiamo di stare calmi.
Bill: Sì, tecnicamente non abbiamo una scadenza. Per me le scadenze sono un vero incubo. Durante la fase creativa ce la metti tutta per fare un buon lavoro, ma se devi anche fare i conti con una scadenza diventa tutto più complicato. La cosa più importante è potersi dedicare a ciò che si ama fare. Anche se potrebbe sembrare che la realizzazione di un album consista nel completare le canzoni e nel pianificare tutti i dettagli, in realtà è qualcosa che deve venirti da dentro. Ed è per questo che vogliamo prendercela con calma e provare nuove sfide.

D: Allora, quali sono queste sfide? Che tipo di sound state cercando di creare?
Tom
: Questa è una sorpresa che vogliamo tenere per l'uscita dell'album. Innanzitutto stiamo creando qualcosa di diverso ogni giorno. Ascoltiamo diversi tipi di musica e traiamo ispirazione da diverse cose, quindi dipende proprio dall'umore del momento. Facciamo così ogni giorno, e ogni giorno è un giorno diverso.
Bill: Esattamente. Per questo non abbiamo un sound definitivo per il prossimo album.

D: Che tipo di musica vi ispira?
Tom
: Non si tratta soltanto di musica in realtà. Ad esempio ora mi piacciono molto i vecchi lavori di Anthony Hamilton.
Bill: Traiamo ispirazione anche dai film e da quello che succede intorno a noi. La vita quotidiana in un posto come LA è molto stimolante e quindi "ispiratrice". Anche il semplice svegliarsi ogni mattina è fonte di ispirazione. Ma direi che in questo sono i film ad avere un ruolo di rilievo. Ci piaccino davvero molto i film. O ce li andiamo a vedere al cinema oppure ne scegliamo uno dalla nostra collezione personale che comprende più di 1000 titoli.

D: Avete visto qualche bel film fin'ora?
Bill
: The Town è stato bello. E anche The Fighter è un bel film.

D: A proposito della vostra vita ad LA, pensate di essere in grado di condurre una vita un pò più normale ora? In fondo lì siete quasi "sconosciuti" rispetto alla Germania.
Bill
: Beh, entrambi siamo venuti ad LA perchè volevamo un pò di privacy nella nostra vita. Fino ad ora non ci è stato possibile avere molta privacy ed a causa di determinate circostanze è piuttosto difficile riuscirci in Europa. Quindi eravamo alla ricerca di un posto in cui poter liberare la nostra creatività ed allo stesso tempo goderci un pò di privacy. Fino a questo momento siamo stati in tour e non abbiamo avuto il tempo di avere una vita al di fuori dei Tokio Hotel. In questo frangente LA è adatta alle nostre esigenze perchè le cose sono abbastanza differenti. I paparazzi* non sanno dove viviamo quindi siamo riusciti ad avere un pò di privacy e prendere le cose con più calma.
Tom: Ciò non significa che ci diamo alla pazza gioia o che facciamo festa ogni giorno. La maggior parte del tempo la passiamo chiusi in studio.
Bill: Esatto, **dobbiamo sempre essere cauti.

*La parola in giapponese non è molto chiara, immagino si stia riferendo ai paparazzi
**Bill si riferisce probabilmente al fatto che se se ne andassero in giro senza fare attenzione, si scoprirebbe dove stanno.


D: Quindi c'è una sorta di routine quotidiana ora nella vostra vita?
Bill
: Non siamo amanti della routine ed è il motivo per cui facciamo cose diverse ogni giorno. Al di fuori di controllare le nostre e-mail, siamo tutt'ora impegnati con diversi progetti per quest'anno. Siamo ancora nella fase progettuale e non abbiamo ancora i dettagli, ma ci sono diverse cose che vorremmo fare quest'anno. La parte migliore del nostro lavoro è la libertà di fare quello che vogliamo. Odiamo la routine perchè quando eravamo piccoli dovevamo andare a scuola tutti i giorni, come una routine, e lo odiavamo, ma non avevamo altra scelta.

D: Per concludere, avete qualcosa da dire alla popolazione giapponese?
Bill
: Naturalmente. Seguiamo le notizie ogni giorno e ci teniamo aggiornati su tutti gli ultimi sviluppi della situazione in Giappone. Credo che non sia qualcosa che facciamo soltanto noi, ma che lo stia facendo il mondo intero. Tutti sanno cosa sta succedendo in Giappone e tutti ne sono profondamente colpiti. Credo che ognuno voglia essere d'aiuto, in qualche modo. Soprattutto in questo particolare momento, penso sia importante che il mondo si mostri unito e pronto all'aiuto reciproco. E' veramente bello vedere come il mondo intero stia dando il suo contributo per aiutare il Giappone.
Tom: Sono rimasto veramente scioccato quando ho appreso cos'era successo in Giappone. Dopotutto si tratta di un Paese speciale per noi e la notizia ci ha rattristato molto. Quindi ci siamo informati sulla situazione, per capire se la gente stesse bene. Sul nostro sito ufficiale è in vendita un set di spillette e tutti i proventi verrano devoluti al Giappone. Credo che anche i nostri fan vogliano dare il proprio aiuto.

D: C'è una canzone che vorreste dedicare a chi non si è ancora ripreso?
Bill
: Ogni persona è differente, quindi è piuttosto difficile trovare una sola cosa da dire a tutti, ma se dovessi scegliere fra le nostre canzoni, sceglierei "By Your Side" e "Zoom Into Me". Entrambe danno la certezza di non essere soli, ed è questo il messaggio che vorrei sottolineare. Credo che sia rassicurante sapere che le persone in tutto il mondo ti sono accanto.


Continua...

Fonte
Trad. (dall'inglese): Nykaa

Thanks to Tina @THCanada for the Japanese-to-English translation


_________________________________________________
PRAY FR JAPAN

"Alles hat seine Grenzen, nur die menschliche Dummheit ist unendlich."
- Unbekannt -

Blog ··· Set ©Nykaa
ClaVe ♥ 4ever


...gib mir einen Sinn, bitte bring mich dahin...
...ich hab' euch gesucht, aber ihr seid nicht mehr da... wo seid ihr hin?
Vedere il profilo dell'utente http://emilykayitalia.wordpress.com

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum