TOKIO HOTEL ITALIA FC
BENVENUTO! - WELCOME! - WILKOMMEN! - BIENVENU! - 欢迎

TOKIO HOTEL ITALIA FAN CLUB
THE ONLY ONE!

Non sei connesso Connettiti o registrati

MTV World stage...il ritorno!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 MTV World stage...il ritorno! il Dom Set 19, 2010 5:19 am

LOLLE89


Admin

Qualche fan ha avuto la possibilità di scambiare qualche parola con i Tokio Hotel. Qui riportiamo qualcuna delle loro confessioni:
Bill vorrebbe suonare ancora in Asia. Tom ha detto che lui suonerà il pianoforte, e ci saranno più giochi con il fuoco. Hanno detto che il perfetto tipo di fan dei Tokio Hotel è colei che rimane se stessa, e che riesce ad assorbire bene la musica, e che urla! Bill ha detto che è stata una decisione spontanea quella del septum, e che comunque non ha alcun tipo di piercing al pene, nonostante sia (e si sia sempre dimostrato) una specie di dipendente da piercing, tatoo e affini. Gli oggetti più assurdi che hanno firmato sono stati biancheria intima usata e seni. L'aeroplanino Jumbie (dal dvd di Zimmer) potrebbe fare una piccola comparsa in futuro!

IL SOUNDCHECK
Il soundcheck dei Tokio Hotel si è svolto dopo quello dei Bunkface. Il palco era assolutamente magnifico, con tre enormi led sullo sfondo per gli effetti grafici, e altri due posti ai lati. C'era anche la motocicletta utilizzata per il tour di Humanoid City! Ci sarà un sistema di elevazione per quando dovrà essere usata la motocicletta. Ci saranno delle scale da entrambi i alti, proprio come nel tour. Hanno suonato Monsoon, e dopo anche Noise. Il suono era molto buono, e Bill indossava una maglietta rossa e nera. Sembra che suoneranno Rette Mich. Bill e Tom sembravano divertirsi parecchio, ma Bill è apparso molto stanco. Hanno suonato anche Hey you e Screamin'.
_____________________________________________

Tokio Hotel all’MTV World Stage Live in Malesia 2010: Ready, set, Scream

Singoli che sono sempre alle vette delle classifiche, album che ricevono platini, effetti elettrici, e moltissimi premi: questi sono i segni distintivi dell’impero dei Tokio Hotel. Vanno sempre in giro in diversi hotel in poche settimane e sono circondati da orde di fans devoti che si mostrano ovunque ci siano i ragazzi dei Tokio Hotel, e i gemelli Kaulitz non hanno ancora nemmeno 21 anni.
Con il loro sound irresistibilmente glam rock, la band certamente sa come “connettere un essere umano all’altro” [in inglese usano proprio “Human connect to human”], accattivandosi non solo l’Europa, ma anche tutto il resto del mondo. E adesso, sono in Malesia per l’MTV World Stage Live in Malesia 2010.
I ragazzi erano rilassati, seduti su un divano, vestiti tranquillamente per il tempo tropicale. Bill era folgorante come al solito: la sua camicia aderente a righe rosse e nere, con delle catene ad adornare il suo collo e i capelli sparati su in un perfetto ciuffo.
Durante l’intervista, Bill era il chiacchierone, Tom lo sfacciato, Gustav quello attento e beh, Georg quello dolce: ha sorriso molto. Abbiamo scoperto di più riguardo ciò che i Tokio Hotel hanno preparato per la loro performance di stanotte, il septum di Bill e Jumbie che ci mancava molto, che è stato cacciato via per le prove.
Cosa possono aspettarsi i fans dalla vostra performance all’MTV World Stage Live in Malesia 2010?
Tom: La cosa principale è che avremo il piano che fa fuoco e qualcosa di nuovo per “World behind my wall”. Abbiamo anche un’apertura bellissima per “Noise” e tutti i nostri intro.
Bill: Ciò che abbiamo fatto stavolta è provare nuovi strumenti, i ragazzi suonano le tastiere, e anche il piano per la prima volta, perché in genere Tom suona solo la chitarra, ma sa anche suonare molto bene il piano, così abbiamo deciso di provare tutte queste cose, anche sul palco.
Siete ancora nervosi quando dovete salire sul palco?
Bill: Sì, lo siamo. Ma quando fai un tour per tre mesi o qualcosa del genere… con lo show che è uguale ogni sera, non così tanto: ci abituiamo un po’. Siamo sempre nervosi quand’è solo uno show, solo una possibilità, ed è sempre eccitante. Credo sia una cosa normale essere nervosi.
I Tokio Hotel hanno recentemente fatto uscire un DVD e CD Live dello “Humanoid City”. Ho capito che il palco è stato creato dal team dietro al film “Il quinto elemento”. Diteci di più al riguardo.
Bill: Sai, quando arrivi al tour hai sempre tantissime idee e cose che vuoi fare, e per noi era importante fare qualcosa di nuovo. Volevamo davvero creare una “Humanoid City”, così abbiamo scelto un buon designer per il palco: il suo nome è Misty Buckley, e ha fatto un lavoro fantastico. Abbiamo lavorato molto insieme.
Tom: Ci siamo tutti seduti ad un tavolo e abbiamo detto che volevamo una grande apertura, qualcosa che si muovesse, volevamo quasi volare, e tutte le idee pian piano venivano.
Bill: Quindi mettere insieme uno show come questo significa molto tempo. Abbiamo iniziato sei mesi prima di iniziare il tour, e abbiamo fatto qualche prova a Londra per circa una settimana. Poi abbiamo creato i costumi, con Dean e Dan (Caten) della DSquared2, e anche loro hanno fatto un lavoro fantastico. È stato davvero un processo, quindi credo che la cosa più importante sia mettersi insieme e parlare di ciò che davvero si vuole. Volevo davvero fare qualcosa di umanoide, qualcosa che non fosse di questo pianeta, e ciò era poi il tema dell’intero tour. Tutto è andato davvero bene e abbiamo racchiuso tutto lo show a Milano.
Parlando del tour e anche del vostro album “Humanoid”: c’è questo aspetto di romanzo fantascientifico, quindi avete un libro o un film del genere preferito?
Bill: Credo di amare in generale tutti i film fantascientifici.
Tom: Sì, mi piacciono, il mio preferito è…ne abbiamo uno preferito? Beh, “Il quinto elemento” è forte…
Georg: “District 9”.
(tutti concordano)
Bill: Anche “2012” è un bel film.
Tom: Non è propriamente fantascienza, ma…
Bill: Mi piacciono un sacco di cose diverse, mi piace qualsiasi cosa con gli alieni, quindi sì. Non era pianificato di fare un cd del genere, è semplicemente uscito fuori: ci siamo messi nello studio a pensare e parlare di cose del genere, ed è venuta fuori l’idea di chiamare l’album “Humanoid” e di avere tutte queste influenze fantascientifiche.
Bill, recentemente ti sei fatto alcuni piercing nuovi, incluso un septum che è un po’ più insolito. Era nei piani o l’hai fatto d’impulso?
Bill: No, faccio sempre le cose spontaneamente. Stavo seduto in macchina e ho avuto quest’idea, così ho detto: ok, voglio farlo. La cosa bella dei piercing è che puoi toglierlo quando vuoi, il che è una buona cosa. Ma mi piacciono davvero tantissimo piercing e tatuaggi e cose del genere, quindi ho già in programma dei nuovi tatuaggi che voglio farmi. Quando lo fai, fa male, e dici che non vorrai farne mai altri, ma poi quando guarisce e ti senti di nuovo bene, vai direttamente a farne altri: è un circolo vizioso. Sono abbastanza dipendente da cose del genere.
Quindi c’è una parte del tuo corpo dove non ti faresti mai fare piercing?
Bill: Sì, le mie parti basse. (indica la parte bassa del corpo).
(tutti ridacchiano)
Qual è la cosa più interessante che avete dovuto autografare?
Tom: Abbiamo avuto molte cose interessanti da autografare: biancheria usata, automobili…
Georg: Tette nude...
Bill: Sì, cose del genere…
Tom: Preferisco le tette nude. (ride a 32 denti)
Jumbie tornerà?
Bill: Ah!
(tutti ridono)
Tom: Sulla pellicola esce fuori davvero bene.
Bill: Abbiamo sempre nuovi giocattoli in tour, e questa volta abbiamo gli snakeboards (skateboards con dei punti che girano). È davvero difficile imparare, ma una volta che ci riesci è molto divertente. Forse porteremo Jumbie nel prossimo tour, o magari in Asia. Credo che lui voglia decisamente vederlo.
____________________________________________________

SETLIST

1. Noise
2. Human Connect To Human
3. Hey You
4. Automatic
5. Dogs Unleashed
6. Darkside of the sun
7. Screamin'
8. Monsoon
9. World Behind My Wall
10. Zoom into me
11. Forever now
_________________________________________________


Ore prima che andassero sul palco, i membri dei Tokio Hotel (il frontman Bill Kaulitz, il suo gemello e chitarrista Tom, il batterista Gustav Schäfer e il bassista Georg Listing) hanno incontrato brevemente i media malesiani, e hanno parlato della loro musica e dei loro piani futuri.
“Siamo eccitati al pensiero di vedere i nostri fans per la seconda volta”, ha detto Bill, “Abbiamo suonato già una volta in Malesia, e il nostro piano era decisamente di tornare presto. È fortuna che possiamo essere qui, e abbiamo portato alcune cose dal tour europeo. Questa volta sarà un po’ più in grande!”
I ragazzi hanno anche toccato una delle loro persecuzioni: il fatto che la gente ancora chiede loro il significato del nome della loro band. “Ci siamo abituati a questo, ma credo sia un po’ triste che la gente abbia la possibilità di vederci e di porci domande, e non hanno altre domande a parte quella!”, ha esclamato Bill.
Ma non hanno mai pensato di cambiare il loro nome “perché poi dovremmo ricominciare tutto da capo!”
Hanno anche parlato riguardo un sacco di altri argomenti, incluso Paul the Octopus (“è un nostro grande amico!”) dicendo che se potessero, gli chiederebbero se potessero suonare a Tokyo presto, una città che non hanno ancora mai visitato.
“Credo in un sacco di cose strane,” ha detto il superstizioso Bill. “Tutti noi crediamo negli alieni, per esempio. Credo che sia ridicolo credere che siamo gli unici (qui), perché lo spazio è senza fine e c’è sicuramente qualcosa lì fuori!”
“Questo è (parte del) nostro prossimo scopo,” ha detto Tom. “Suonare a Tokyo, fare un tour in tutto il mondo, e suonare su un altro pianeta!”
Mentre il loro album “Humanoid” ha avuto molto successo sia in tedesco sia in inglese, ci sarà ancora un po’ di tempo prima che i fans si possano aspettare un altro successo bilingue dalla band.
“Il problema è che avremo bisogno di circa due anni per produrre il disco,” ha detto Tom, “perché dobbiamo fare tutto due volte! Quindi invece di registrare, metti, 50 canzoni, ne dobbiamo registrare 100!”
“E io devo scrivere i testi in due lingue, quindi è davvero molto lavoro,” ha aggiunto Bill. “Quindi non siamo ancora sicuri al riguardo, ma credo che possiamo fare un po’ e un po’, ma decisamente (ancora) vogliamo fare canzoni in inglese, e dato che non è un lavoro di traduzione parola per parola, ci piace pensare a una specie di doppia versione di ogni canzone, perché a volte anche la storia è diversa.”
Adesso, i ragazzi rimangono concentrati sulle loro performance e ci assicurano che continueranno a lavorare duro per continuare a intrattenere i loro fans.
E, ancor meglio, non vedono l’ora di tornare in Malesia per fare un altro concerto in futuro.

Fonte: www.thesundaily.com/index.cfm

_______________________________________________


Questo Maggio i Tokio Hotel sono venuti in Malesia per un piccolo concerto e nel giro di tre mesi sono tornati di nuovo per l’MTV World Stage Live in Malesia 2010, che ha reso i fans del posto molto eccitati, e anche molti fans in Asia sono venuti fin qui per vedere i loro idoli! E stavolta MTV Taiwan era l’unica stampa di Taiwan che è andata a intervistare i Tokio Hotel. L’istinto tedesco non è andato molto d’accordo con la differenza di temperatura in queste terre tropicali. Una volta nella stanza per le interviste, Bill si è immediatamente accorto che faceva molto freddo nelle stanze interne, e ha chiesto curiosamente se la gente non si ammalasse di frequente a causa di questi grandi sbalzi di temperatura in Malesia. Con l’affascinante charm che ha conquistato tutto il mondo, i Tokio Hotel hanno risposto a tutte le domande e hanno condiviso il loro mondo molto generosamente con i fans di MTV Taiwan.

Dato che è la seconda visita in Malesia, che specialità avete portato ai fans stavolta?
Bill: Non vediamo davvero l’ora di esibirci, e abbiamo preparato alcune cose particolari per il palco e le canzoni direttamente dallo Humanoid City Live, che è uscito fuori davvero bene!
Avete avuto qualche opportunità di incontrare altri artisti che sono venuti qui per l’MTV World Stage?
Tom: Ho incontrato per poco Katy Perry, ma intendo quasi 30 secondi.
Dovete fare delle promozioni in tutti il mondo, e deve esservi stato chiesto migliaia di volte perché avete scelto “Tokio Hotel” come vostro nome. Come vi fa sentire rispondere sempre a questa solita e monotona domanda ogni volta? E avete mai pensato di cambiare il nome della band?
Bill: Certo! Questa è proprio la prima domanda che abbiamo dovuto affrontare nella conferenza stampa di oggi. Per noi è davvero bellissimo andare ogni volta in nuovi posti per fare promozione, e facciamo davvero tesoro di queste opportunità, anche se ci aspettiamo che ogni tanto i giornalisti ci facciano domande diverse, permettendo alle persone di sapere di più di noi. Quando la domanda sul nome della band raggiunge le mie orecchie, mi rende quasi triste: non avete altre domande per noi?
Tom: Non abbiamo pensato ad avere un altro nome, altrimenti dovremmo ricominciare con tutta questa routine da capo!
C’è una specie di oggetto fortunato che voi ragazzi dovete portare con voi sul palco?
Bill: Devo sempre portare il mio microfono, perché è davvero disgustoso condividere il microfono con altra gente.
Georg: Io indosso sempre questa cinta.
I fans hanno mai provato a rubare la cinta di Georg?
Tom: Mai!
Il polipo Paul è diventato straordinariamente famoso in Germania, recentemente. Se Paul volesse prevedere qualcosa per voi, cosa vi piacerebbe sapere?
Bill: Wow, è una domanda difficile! Davvero non lo so… Forse quando i Tokio Hotel andranno a Tokyo. Vogliamo andarci quest’anno, e mi piacerebbe sapere cosa ne pensa Paul.
Cosa pensate di Paul e avete qualche superstizione?
Bill: All’inizio credevo che Paul fosse ridicolo, comunque ogni volta predice cose vere, quindi penso che sia un po’ misterioso. Io stesso credo in un sacco di misteri, per esempio tutti noi crediamo che gli alieni esistano: è davvero impossibile credere che siamo gli unici esseri in tutto l’universo.
Credete nell’esistenza dei vampiri?
Bill: Forse su altri pianeti.
Immaginate che gli alieni venissero sulla terra per vedere un concerto dei Tokio Hotel: cosa ne direste?
Tom: Fantastico!
Bill: Ci sentiremmo davvero di suonare su un altro pianeta, con degli alieni di fronte.
Tom: Ci piacerebbe essere la prima band a suonare nello spazio, per esempio la Luna o Marte!
State diventando sempre più famosi internazionalmente: gli album futuri saranno sempre registrati sia in tedesco sia in inglese?
Bill: Non siamo sicuri per adesso. Fare album in inglese ci è venuto in mente per dare l’opportunità ai fans di capirci meglio.
Tom: In ogni caso significa prendersi molto più tempo per registrare un album, perché tutte le canzoni devono essere registrate due volte. Se ci fossero 50 canzoni, dovremmo farle 100 volte.
Bill: Esatto. E in più devono essere scritti due testi per ogni canzone.
Scrivete anche i testi in inglese da soli?
Bill: Sì, ma anche altre persone mi danno una mano ogni tanto.
Tom: Quest’album è in ogni caso diverso. Dell’ultimo abbiamo registrato prima la versione in tedesco e poi abbiamo tradotto i testi uno a uno. Stavolta li abbiamo fatti parallelamente, sia in tedesco sia in inglese allo stesso tempo. Per noi questo è stato un importante cambiamento.
Cosa potete dirci riguardo l’esperienza di essere diventati famosi internazionalmente?
Bill: La gente potrebbe pensare che è stato facile per noi, ma all’inizio è stato abbastanza difficile. Quando abbiamo fatto la prima visita in Francia, nessuno sapeva chi eravamo, e nessuno voleva intervistare una band dalla Germania: potevamo solo essere intervistati da stampe minori. L’inizio è stato davvero difficile.
Qual è il vostro prossimo piano o scopo?
Tom: A parte un tour in tutto il mondo, un viaggio nello spazio per suonare un concerto per gli alieni.
Siete molto ammirati e avete numeri enormi di fans pazzi in Germania: come proteggete le vostre vite private?
Bill: Per Tom e me è quasi impossibile. Ovunque ci sono paparazzi e fans fuori casa, tra la security. Abbiamo ben poca vita privata.
Georg: Anche io e Gustav abbiamo poca vita privata, ma non abbiamo tante attenzioni quanto loro. Per esempio, quando finiamo il tour, possiamo rilassarci un po’. Ma per Bill e Tom è quasi impossibile.
Cosa farete quando avrete pause e vacanze?
Gustav: Non ne ho idea, perché non ne abbiamo una da molto tempo! (tutti guardano verso il manager, e lui ride)
Bill: Quando sarà possibile, Tom e io vorremmo andare su un’isola con poca gente dove prenderci una pausa, anche se comunque sarebbe impossibile non essere beccati dai paparazzi. Possiamo solo cercare di abituarci alla loro presenza.
Tom: Lavoriamo quasi tutto l’anno, ovunque, e voliamo, quindi voglio stare a casa quando avrò una pausa.
Se non ci fossero paparazzi e fans pazzi, che attività vi piacerebbe svolgere nel vostro tempo libero?
Bill: Se non ci fossero paparazzi e fans pazzi… principalmente mi piacerebbe fare cosa fanno le persone normali, tipo andare al parco, cose del genere: godermi la vita normale.
Tom: Esatto.
_________________________________________________

MTV World Stage live in Malesia verrà trasmesso nel resto del mondo il giorno 17 Settembre 2010

Questi sono alcuni degli orari in cui verrà trasmesso il live:

MTV Germania - 19.00
MTV Danimarca- 20.50
MTV Ungheria - 23.50
MTV Finlandia - 21.00
MTV Australia - 20.30
MTV Italia - 20:05
MTV Grecia - 22.00
MTV Portogallo - 21.00
MTV Giappone - 23.00
MTV Olanda - 20.55
(Per gli orari ed i giorni delle repliche vi terremo informate)
_________________________________________

E... per chi si fosse perso qualcosa... C:



Vedere il profilo dell'utente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum